Fra Benetton e Vittorio Munari ufficiale il divorzio a fine stagione. «Tutto già deciso da tempo, nessun problema con la Fir»

anthony   2014-03-25   Comments Off on Fra Benetton e Vittorio Munari ufficiale il divorzio a fine stagione. «Tutto già deciso da tempo, nessun problema con la Fir»

E’ ormai ufficiale il divorzio a fine stagione fra il Benetton e Vittorio Munari, direttore generale del club biancoverde dal 2002. La notizia (riportata oggi da Andrea Passerini sulla Tribuna) viene confermata dallo stesso presidente trevigiano Amerino Zatta, il quale specifica però che la decisione è pienamente consensuale e nulla ha a che fare con la trattativa con la Federugby per la partecipazione al Pro12 nel prossimo quadriennio. «La figura di Munari non è stata al centro dei recenti incontri con Gavazzi, ne’ ci sono stati veti o forzature da parte della Fir: non potevano esserci, poiché in pieno accordo avevamo già deciso da tempo di non prolungare il contratto che scade a fine stagione», spiega Zatta, «il nuovo direttore sportivo? Abbiamo già sondato qualche nome, ma non c’è fretta. Munari lavorerà anche nei prossimi mesi. Continua ad avere la nostra piena fiducia».

Da parte di Munari solo una stringatissima dichiarazione: «La mia posizione è nota da Zatta e dal presidente della Fir Gavazzi». Si intuisce, tuttavia, che la scelta del dirigente padovano non implica alcuno strappo rispetto alla società della Ghirada. Zatta e Munari si lasciano anzi da buoni amici. In carica fino a giugno, il dg biancoverde curerà anche il mercato – in condizioni difficilissime – per allestire la rosa della prossima stagione.

Casellato vicinissimo alla panchina trevigiana

Casellato vicinissimo alla panchina trevigiana

Sul fronte del nuovo allenatore, mancherebbe solo l’ufficialità alla nomina di Umberto Casellato sulla panchina biancoverde. Pur trattandosi di un nome sgradito a Gavazzi, Treviso accoglie in pieno la richiesta del presidente federale di affidarsi ad un tecnico emergente e italiano nella prospettiva della crescita della scuola tecnica nazionale.

Anche se la soluzione preferita dalla Fir era quella diAndrea Cavinato al Benetton con lo slittamento diGianluca Guidi dal Calvisano alle Zebre, un veto di Gavazzi su Casellato appare oggi poco verosimile, visto anche che il panorama degli allenatori italiani non riserva poi così tante opzioni.

Quanto alla squadra della prossima stagione, Zatta fa capire che la priorità attuale è concludere nel modo migliore l’annata in corso (giungere davanti alle Zebre significa peraltro assicurarsi un posto in Heineken Cup). «C’è un gruppo di una quindicina di giocatori sotto contratto, sette-otto sono andati all’estero e qualcuno smetterà», commenta il presidente biancoverde, «però penso soprattutto ad un dignitoso finale di campionato. In casa del Munster ho visto una squadra diversa, che ha lottato per tutti gli ottanta minuti: nonostante la sconfitta l’atteggiamento dei ragazzi è stato esemplare. A loro chiedo di onorare la maglia che indossano fino in fondo nelle ultime sei partite».