Verso il ritorno ad una terza coppa europea. Club italiani “retrocessi” con Spagna e Portogallo (forse Russia e Georgia)

anthony   2014-02-17   Comments Off on Verso il ritorno ad una terza coppa europea. Club italiani “retrocessi” con Spagna e Portogallo (forse Russia e Georgia)

Un’Europa del rugby che ritorna a tre coppe, con i club italiani retrocessi nella competizione minore assieme alle squadre della Spagna e del Portogallo, forse anche di Russia e Georgia.

mogliano amlin

La vana rincorsa italiana sul rugby europeo di alto livello?

Questo lo scenario che va delineandosi nell’assetto continentale per il futuro prossimo, che sarebbe anche un ritorno al passato quando con l’Heineken Cup – la vera Champions League della palla ovale, con giro milionario di interessi – convivevano le due coppe minori Challengee Shield.

Lo ha confermato ai club di Eccellenza lo stesso Alfredo Gavazzi, in margine all’incontro in cui il presidente ha illustrato il suo “piano B” per una partecipazione europea che sarebbe interamente gestita dalla Fir, escludendo dalla partita il capitale privato di Benetton.

Le due franchigie azzurre del futuro potrebbero trovare posto nella prima o nella seconda coppa, in base al piazzamento ottenuto nel Pro12 (ma la presenza in Heineken Cup di una squadra italiana sarebbe garantita di diritto, per mantenere l’internazionalità della competizione).

Quanto ai migliori club di Eccellenza, che oggi stentano ad essere competitivi nella Amlin Cupcontro le squadre francesi e anglosassoni, la destinazione sarebbe il terzo torneo organizzato dalla nuova entità erede dell’ERC, di carattere decisamente più promozionale, con l’intento di un maggiore coinvolgimento dei paesi emergenti, non solo Spagna e Portogallo ma anche Russia e Georgia. Un sollievo, probabilmente, per le squadre italiane, ma al contempo un nuovo scivolamento del rugby italiano al rango di nazione minore negli equilibri europei.