Dunedin 1987, quando le Isole Fiji beffarono gli azzurri. E Severo Koroduadua divenne famoso fra un’intera generazione

anthony   2013-11-12   Comments Off on Dunedin 1987, quando le Isole Fiji beffarono gli azzurri. E Severo Koroduadua divenne famoso fra un’intera generazione

Severo Koroduadua: per un’intera generazione di rugbisti e appassionati, a cavallo degli anni Ottanta e Novanta, era questo l’unico nome da abbinare alle Isole Fiji. Serevi, per non dire di Little o Nalaga, sarebbero venuti ben più tardi. Koroduadua era l’estremo delle Fiji alla prima sperimentale Coppa del Mondo del 1987, un atleta di spettacolari doti atletiche – come tutti i suoi compagni di squadra – ma allo stesso tempo l’autore di clamorosi errori, attraverso i quali il suo bizzarro cognome guadagnò una certa popolarità. Roba da Paperissima, ad esempio, la meta sbagliata contro la Francia.

Di professione poliziotto, Koroduadua fallì anche un facile calcio di punizione al Carisbrook di Dunedin contro l’Italia: segnando le Fiji avrebbero potuto conquistare il pareggio, mentre gli azzurri la spuntarono così 18-15.

fiji

Il fijano Severo Koroduadua fronteggiato da Dolfato (foto da Il Mondo del Rugby, autore Daniele Resini)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per gli azzurri la gioia del successo, il primo dopo la batosta con gli All Blacks e la sconfitta 25-19 con l’Argentina, ma anche una bruciante beffa dal sapore amarissimo. La combinazione dei risultati, nel girone dominato naturalmente dalla Nuova Zelanda, condusse Fiji, Argentina e Italia a chiudere tutte con un successo e quindi a pari punti.

Passarono il turno però gli isolani, che a sorpresa avevano travolto i Pumas 28-9 e segnando quattro mete, una delle quali con Kavekini Nalaga, il babbo di Napolioni del Clermont. Risulterà questo un vantaggio decisivo nella “classifica avulsa”, visto che invece negli scontri diretti l’Italia di mete ne realizzò due all’Argentina (una bellissima con Marcello Cuttitta, l’altra con il capitano Marzio Innocenti) e una sola alle Fiji firmata da Massimo Mascioletti.

Mai in futuro l’Italia arriverà così vicina a superare il primo turno nei Mondiali. Le Isole Fiji terminarono la loro avventura ai quarti con una sconfitta 31-16 dalla Francia.